fbpx

La nascita e la fuga di Siddharta Gautama Buddha

Siddharta Gautama, poi noto come Buddha, nacque a Kapilavastu l’8 aprile del 563 a.C. circa, nella famiglia nobile degli Sakya. I genitori di Siddharta erano già anziani quando lo ebbero, primo e unico figlio di un’unione altrimenti sterile. Sua madre Maya, a causa del travaglio, morì sette giorni dopo il parto. Suo padre, Suddhodana, rājaContinua a leggere “La nascita e la fuga di Siddharta Gautama Buddha”

Ipazia, la luce del mondo antico uccisa dal fanatismo

Era marzo ad Alessandria d’Egitto, nel 415 d.C. La professoressa Ipazia, capo della Scuola Platonica, intellettuale e scienziata, passeggiava tra le vie colorate della grande metropoli orientale. Il caldo umido trasportato dal Nilo era mitigato dalla brezza marina e Ipazia osservava il cielo, quel cielo i cui segreti per una vita aveva contemplato, come matematicaContinua a leggere “Ipazia, la luce del mondo antico uccisa dal fanatismo”

La nascita di Confucio cambiò la Cina per sempre

Confucio nacque il 28 settembre del 551, nello stato di Lu (Shandong). Sua padre era un nobile impoverito di 65 anni. Sposò, illecitamente per i costumi dell’epoca, una giovane di 15 anni e morì poco dopo, quando Confucio aveva solo tre anni. La madre, nonostante fosse ridotta alla povertà, riuscì ad assicurargli un’istruzione e iContinua a leggere “La nascita di Confucio cambiò la Cina per sempre”

La morte dell’Imperatore Ottaviano Augusto

Ottaviano Augusto sentiva che la sua morte era vicina. Il potere assoluto, esercitato e accresciuto negli anni con così grande abilità, e le voci del popolo sulla sua natura divina, non lo avevano ingannato. Dietro quei suoi occhi impenetrabili una mente sempre lucida manteneva piena coscienza della propria condizione umana. L’ultimo viaggio di Ottaviano AugustoContinua a leggere “La morte dell’Imperatore Ottaviano Augusto”

La forza dell’Imperatore Claudio e il suo coraggio

Claudio nacque a Lione nel 10 a.C. dalla potente famiglia imperiale Giulio-Claudia. Fin da bambino soffrì di una paralisi cerebrale che lo faceva tremare e balbettare e che lo costrinse lontano dalla vita pubblica fino a quarantasette anni, quando ricoprì il suo primo consolato. Nonostante la solitudine e le discriminazioni, o forse proprio per queste,Continua a leggere “La forza dell’Imperatore Claudio e il suo coraggio”