fbpx

L’Operazione Babylift, la grande evacuazione americana

Operazione Babylift in Vietnam

L’evacuazione di Kabul non è la prima per gli USA. Nel 1975, la capitale del Vietnam del Sud, Saigon, veniva cannoneggiata e Da Nang era ormai caduta. Gli americani, allora, aprirono un ponte aereo e, dal 23 aprile al 1 novembre, trasportarono 110mila profughi in Occidente. All’interno di questa evacuazione senza precedenti, denominata Operation New Life, ne avvenne un’altra più piccola ma ancor più preziosa: l’Operazione Babylift.

L’Operazione Babylift

Il 3 aprile 1975 il presidente Gerald Ford annunciò che avrebbe evacuato tutti gli orfani da Saigon con un programma di 30 voli. Migliaia di neonati e bambini arrivarono all’aeroporto sotto i bombardamenti dell’esercito nordvientamita. Imbarcati sui grandi aerei da trasporto C-5A Galaxy, volarono in USA, Australia, Francia, Canada e altri paesi occidentali dove furono adottati.

L’operazione era nata grazie agli appelli promossi da organizzazioni umanitarie quali Holt International Children’s Services, International Orphans (oggi Childhelp), la Fondazione Pearl S. Buck e molte altre che avevano ospitato orfani nelle loro strutture e che temevano di non poterne più garantire la sopravvivenza.

I voli continuarono dal 3 aprile al 26 aprile. Quando divenne evidente che gli aerei militari non sarebbero bastati, l’uomo d’affari americano Robert Macauley ipotecò la sua casa e noleggiò un Boeing 747. Con questo trasportò in America 300 orfani a proprie spese. Poi, gli attacchi dei Viet Cong sull’Aeroporto Internazionale Tan Son Nhat si intensificarono troppo e l’Operazione Babylift ebbe fine.

Ci furono molte discussioni sull’opportunità di portare tanti minori fuori dal loro paese di origine, soprattutto dopo il terribile incidente del Lockheed C5 dove morirono 75 bambini. Oggi, l’organizzazione senza scopo di lucro Operation Reunite, fondata e diretta da quegli orfani, raccoglie e confronta il DNA degli adottati di Operation Babylift per riunirli con le famiglie di origine in Viet Nam, divise dopo il crollo del 1975.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: