fbpx

Jurij Gagarin, il primo uomo che vide la Terra dallo spazio

Sessanta anni fa Jurij Gagarin lasciava il pianeta e conquistava lo spazio, osservando, per la prima volta nella storia umana, la Terra dal vuoto oscuro oltre l’atmosfera. Aveva compiuto 27 anni da un mese. Jurij Gagarin, l’astronauta figlio di un falegname Nato in una famiglia umilissima di Klušino, a soli 7 anni visse l’invasione nazista.Continua a leggere “Jurij Gagarin, il primo uomo che vide la Terra dallo spazio”

Ipazia, la luce del mondo antico uccisa dal fanatismo

Era marzo ad Alessandria d’Egitto, nel 415 d.C. La professoressa Ipazia, capo della Scuola Platonica, intellettuale e scienziata, passeggiava tra le vie colorate della grande metropoli orientale. Il caldo umido trasportato dal Nilo era mitigato dalla brezza marina e Ipazia osservava il cielo, quel cielo i cui segreti per una vita aveva contemplato, come matematicaContinua a leggere “Ipazia, la luce del mondo antico uccisa dal fanatismo”

Oggi moriva Li Wenliang, il medico eroe ucciso dalla censura

La vita e la morte di Li Wenliang hanno mostrato al mondo quanto le censure sempre più muscolari delle dittature odierne non siano solo fallimentari ma anche pericolose, quando si misurano con i grandi eventi della storia. La morte di Li Wenliang Oggi, in tutto il mondo, viene ricordato il medico eroe che per primoContinua a leggere “Oggi moriva Li Wenliang, il medico eroe ucciso dalla censura”

Quando il mondo sconfisse il vaiolo per sempre

Nel 1966 in Nigeria scoppiò un’epidemia di vaiolo nonostante la maggioranza della popolazione fosse vaccinata. Probabilmente una tribù che aveva rifiutato di immunizzarsi per motivi religiosi era divenuta focolaio della nuova ondata letale. Come fu sconfitto il vaiolo Poiché le scorte di vaccino erano quasi esaurite, le autorità localizzarono e isolarono i villaggi colpiti eContinua a leggere “Quando il mondo sconfisse il vaiolo per sempre”

Fedor Dostoevskij, il nobile che combatteva per i contadini

Fedor Dostoevskij fu, con Lev Tolstoj, uno dei due grandi autori della Russia moderna. Figlio di una famiglia nobile moscovita, perse la madre a sedici anni e due anni dopo il padre che, datosi all’alcolismo, fu assassinato dai suoi malversati contadini. Quell’omicidio segnò due svolte importanti nella vita di Dostoevskij. La prima fu l’attacco diContinua a leggere “Fedor Dostoevskij, il nobile che combatteva per i contadini”

Albert Camus, “Mi ribello, dunque siamo”

«Che cos’è un uomo in rivolta? È innanzitutto un uomo che dice no. Ma se rifiuta, non rinuncia: è anche un uomo che dice sì. Osserviamo nel dettaglio il movimento di rivolta. Un funzionario che ha ricevuto ordini per tutta la vita giudica ad un tratto inaccettabile un nuovo comando. Insorge e dice no. CheContinua a leggere “Albert Camus, “Mi ribello, dunque siamo””

Marie Curie e il potere della sorellanza nel destino di una donna

Era il 7 novembre del 1867 nella Varsavia dominata dall’Impero Russo quando Marie Curie, in realtà Maria Sklodowski, nacque ultima di cinque figli di un insegnante e traduttore polacco. A soli 7 anni perse la sorella Zosia, per il tifo, e a 11 la madre per la tisi. Da questa grande perdita Marie maturò unContinua a leggere “Marie Curie e il potere della sorellanza nel destino di una donna”

Louis Dufilho, il medico che fermò l’epidemia di Febbre Gialla

Nel 1823 una terribile epidemia di Febbre Gialla colpì New Orleans e un improbabile protagonista decise il destino di migliaia di persone. Nel 1800 il medico anticonformista Louis Dufilho lasciò il sud della Francia, travagliato dalle guerre napoleoniche, ed emigrò negli Stati Uniti, proprio a New Orleans. La città, all’epoca, era una delle più riccheContinua a leggere “Louis Dufilho, il medico che fermò l’epidemia di Febbre Gialla”