fbpx

Charlie Hebdo, morire per il diritto di fare satira religiosa

Erano le 11.30 del 7 gennaio 2015. Le festività erano finite e la redazione di Charlie Hebdo era in piena attività. La satira abrasiva della rivista aveva suscitato grandi polemiche nel 2006, quando aveva pubblicato le caricature di Maometto del giornale Jyllands-Posten. Nel 2011, l’intero ufficio era stato distrutto dalle bombe molotov poco prima dell’uscitaContinua a leggere “Charlie Hebdo, morire per il diritto di fare satira religiosa”

Nellie Bly, la prima donna che girò il mondo in settanta giorni

Elizabeth Cochran (o Nellie Bly come sarà nota in seguito) era una donna che non accettava un no come risposta. La sua carriera come prima giornalista investigativa alla fine del 1800 lo prova, così come le sue battaglie per i più deboli e il suo leggendario viaggio attorno al mondo iniziato proprio oggi, nel 1889.Continua a leggere “Nellie Bly, la prima donna che girò il mondo in settanta giorni”

L’omicidio di Anna Politkovskaya in Russia

Il 7 ottobre del 2006 era il compleanno di Putin e Anna Politkovskaya veniva trovata nell’ascensore del suo palazzo a Mosca, un colpo di pistola in testa l’aveva uccisa. Per anni la sua battaglia contro la “corruzione e l’incompetenza imperante” del governo russo l’aveva trasformata in una nemica del regime. Il nemico Anna Politkovskaya «SonoContinua a leggere “L’omicidio di Anna Politkovskaya in Russia”

Quando cacciarono il giornalista Enzo Biagi

Era un vero giornalista, Enzo Biagi, e per questo un uomo scomodo. Scriveva e curava giornali già da ragazzino, a scuola, dove aveva dato vita, con alcuni compagni, alla rivista studentesca Il Picchio. E già allora si era scontrato col potere: il regime fascista soppresse dopo pochi mesi la piccola rivista studentesca, da allora BiagiContinua a leggere “Quando cacciarono il giornalista Enzo Biagi”