fbpx

Alhambra, la fortezza teatro della storia di Spagna

Il nome originale dell’Alhambra era Qal’at al-hamra, la Cittadella rossa, per via del colore delle sue mura. Il grande castello domina Granada oggi, patrimonio dell’umanità e candidato tra le sette meraviglie del mondo moderno. Una delle poche memorie sopravvissute dell’Islam spagnolo e uno dei luoghi più suggestivi del pianeta. Tre momenti storici all’ombra dell’Alhambra AlhambraContinua a leggere “Alhambra, la fortezza teatro della storia di Spagna”

John Lewis: l’uomo che marciò con Martin Luther King Jr.

John Lewis è morto venerdì. Era l’ultimo membro ancora in vita dei Big Six, i sei grandi leader del Movimento per i diritti civili che guidarono, con Martin Luther King, gli afroamericani all’emancipazione nella seconda metà del Novecento. Nacque nella contea di Pyke, Alabama, vicino alla cittadina di Troy nel 1940, terzo di dieci figliContinua a leggere “John Lewis: l’uomo che marciò con Martin Luther King Jr.”

L’uomo che combattè la Seconda Guerra Mondiale con arco e spada

Jack Churchill combatté tutta la Seconda Guerra Mondiale armato di arco lungo, frecce, spada a lama larga scozzese e cornamusa, guadagnandosi il soprannome di Fighting o Mad Jack. La Seconda Guerra Mondiale di Mad Jack Churchill Sbarcò in questo modo a Catania i primi di luglio del 1943 con il resto degli alleati e loContinua a leggere “L’uomo che combattè la Seconda Guerra Mondiale con arco e spada”

Althea Gibson e Arthur Ashe vincono Wimbledon

Althea Gibson e Arthur Ashe furono i primi campioni di tennis a vincere il prestigioso torneo di Wimbledon, rispettivamente nel 1957 e nel 1975, partendo come sfavoriti. Althea Gibson Luglio del 1957. Althea Gibson è concentrata, sul campo verde di Wimbledon. Davanti a lei Darlene Hard è pronta all’ultimo scambio. Althea è afroamericana ed èContinua a leggere “Althea Gibson e Arthur Ashe vincono Wimbledon”

5 curiosità su Santa Sofia a Istanbul, in Turchia

Santa Sofia era la grande chiesa di Costantinopoli, capitale dell’Impero Romano d’Oriente sul Bosforo, oggi chiamata Istanbul. Eretta 1600 anni fa da Costanzo II (figlio di Costantino) e poi ricostruita da Teodosio II, fu distrutta dall’incendio che seguì la rivolta di Nika. Giustiniano, sopravvissuto alla terribile sommossa, la riedificò totalmente grazie agli architetti Isidoro diContinua a leggere “5 curiosità su Santa Sofia a Istanbul, in Turchia”

5 curiosità sull’Anfiteatro campano a Capua, in Italia

L’Anfiteatro campano era uno dei simboli di Capua, la città più importante e grande d’Italia prima che Roma la superasse. Capua fu donata dagli stessi abitanti al Senato e al Popolo romani perché la difendessero dai Sanniti. Immensamente ricca, centro del commercio con l’oriente greco, Capua era anche il cuore della tradizione gladiatoria in Italia.Continua a leggere “5 curiosità sull’Anfiteatro campano a Capua, in Italia”

Il 4 luglio 1776 la Liberty Bell annuncia l’Indipendenza americana

Era il 4 luglio 1776 e nella città di Philadelphia l’atmosfera è febbrile. Da due giorni si vocifera di grandi cambiamenti. Nel nord Boston è in subbuglio e in città si sono radunati le grandi personalità delle colonie, guidate da John Adams, Thomas Jefferson e John Hancock. La vita di Philadelphia scorreva come sempre, nelContinua a leggere “Il 4 luglio 1776 la Liberty Bell annuncia l’Indipendenza americana”

Cosa festeggiare il 4 luglio? La nascita di Ron Kovic

La cosa più difficile per un patriota? Mettere in dubbio la propria nazione. Per questo gli Stati Uniti non dovrebbero festeggiare solo l’anniversario della Dichiarazione di Indipendenza dall’Inghilterra il 4 luglio, ma anche il compleanno di Ron Kovic, l’uomo, il soldato, il veterano e il pacifista, che ha sacrificato il suo corpo, prima, e laContinua a leggere “Cosa festeggiare il 4 luglio? La nascita di Ron Kovic”

La morte di Jim Morrison il 3 luglio 1971 a Parigi

Nella notte tra il 3 e il 4 luglio del 1971, Jim Morrison era a Parigi, con la sua compagna Pamela Courson. Si sentì male ma si rifiutò di chiamare un medico dicendo a Pam che avrebbe, invece, fatto un bagno. Lei lo ritrovò lì al mattino, immerso nell’acqua, immobile e livido. Jim Morrison avevaContinua a leggere “La morte di Jim Morrison il 3 luglio 1971 a Parigi”

Lyndon Johnson firma il Civil Rights Act con Martin Luther King Jr.

Il 2 luglio del 1964 il Presidente Lyndon B. Johnson firma il Civil Rights Act che chiude, ufficialmente, 100 anni di segregazione razziale. Al suo fianco Martin Luther King Jr., motore centrale del Movimento per i diritti civili e, naturalmente, unico afroamericano nella stessa stanza del Presidente. L’anno prima c’era stata la marcia su Washington,Continua a leggere “Lyndon Johnson firma il Civil Rights Act con Martin Luther King Jr.”